Archivi categoria: News

“Fai di me un prato. Con tanta luce.
E poi aggiungici un cielo, come vuoi tu.
E’ lì che io ti aspetterò”

Fabrizio   Caramagna

Visualizza immagine di origine

pixnio.com

Illuminami
con   la  tua   luce
d’amore.
Sarò
l’ unico   fiore
splendente
tra   mille   altri
fiori   anonimi
sparsi   un   po’   ovunque
in   un   immenso
prato   verde.
Là   ti   aspetterò,
e
se   vorrai,
potrai   cogliermi
e    rubare
al   mondo,
regalandomi
un   pezzo   di   cielo
limpido,
totalmente   azzurro
scevro   di   nubi.

Isabella  Scotti   gennaio   2019

testo  :   copyright   legge   22   ottobre   1941   n°   633

Annunci

Visualizza immagine di origine

 

thuncastelvetrano.com

 

Incanto   di   una   sera.

Già   passata.

Ma   se  ne   sentono

ancora   gli   echi.

La   gioia

dello   stare   insieme.

Prima   l’attesa,

i   preparativi,

le   tavole   imbandite,

e   poi   i   sorrisi,

gli   abbracci.

E   a   mezzanotte

tutti   davanti   al   presepe,

per   deporre   Gesù

nella   mangiatoia.

Ecco   è   nato,

Amore   si   diffonde.

Quand’ ecco    suonar

la   rossa   campanella…

”  Chi   è ?  ”

dice   una   voce.

”  Son   Babbo   Natale  ,

porto   i   doni

per   Arianna   ed   Elena,

le   due   bimbette

cuginette, 

che   ho   sentito

tanto   ridere.

Il   che   mi   fa   pensare

che   siano   brave   e   buone  ”.

”  Ohh,   ma   certo

venga   pure   avanti,

l’  aspettavano   lo   sa  ?

anche   se   ora   fanno   un   po’   le   timide  ”

”   In   realtà   non   posso   fermarmi,

vado   anche   da   altri   bimbi.

Lascio   qui   i   miei   regali

dalle   bimbette   richiesti.

Ci   vedremo   il   prossimo   anno  ”

”  Senz’altro,   a   presto   allora

e   buon   rientro   a   casa   sua,

dove   c’ è   tanta   neve,   grazie   d’ essere  venuto.  ”

Subito   le   piccole,  

curiose,

corrono  

a   scartare   i   doni,

tra   gridolini   di   stupore

e   risa   gioiose.

Ecco,

questo   è   stato

l’incanto   di   una   sera,

già   passata,

ma   ancora   nel   cuore.

 

Sera   della   vigilia   da   me  :  17   persone, comprese   Arianna   ed   Elena   che   avevano   già   mangiato  e   che   quindi,   senza   impedimenti,   nella   stanza   dei   giochi   da   me   allestita ,  si   sono   divertite   come   matte.   Menù   misto   tra   piatti   veneti   e   fritti   romani   da   me   preparati   con   amore   per   finire   con   un   ottimo   ”  mal   di   schiena   ”   ma   soddisfatta   e   felice.   Se   recupero   la   foto   fatta   alle   tavole   imbandite,   ve   la   farò   vedere.   Baci   a   tutti.   La   vostra   Isabella   PS   Il   prossimo   post,   tranquilli   non   parlerà   del   Natale

 

Isabella   Scotti   dicembre   2018

testo  :   copyright   legge   22   ottobre   1941   n°   633


omaggio   floreale   per   festeggiarla   ed   eccola   qui   con   il   suo   intramontabile   sorriso

e   noi   tornati   bambini,   sulla   slitta   di   Babbo   Natale.   Peccato   non   si   vedano   le   renne       PS   Notare   le   dimensioni   della   crostata ,   dopo   gli   stravizi   del   Natale


sanpioxmdp.blogspot.com

 

E   ccoli   confusi   tra   i

P  astori

I   nsieme ,  a   portar   oro,   incenso   e   mirra

F   elici    d’aver   trovato   il   bimbo   perchè

A   iutati   dalla   stella

N   on   si   sono   persi   e   ora

I   nginocchiati   lo

A    dorano,   loro,   dei   regnanti  ,   chini,    davanti   al   Re   dei   Re

 

Isabella   Scotti   gennaio   2019

testo  :   copyright   legge   22   ottobre   1941   n°   633

 

Ieri   uno   scritto   per   la   Befana.   Oggi   uno   scritto   dedicato   più   al   sacro   che   non   al   profano.   Buona   Epifania   a   tutti   i   miei   cari   amici   ai   quali   voglio   molto   bene.   Ultima   festa   ad   arrivare,  nella    quale   Gesù   si   manifesta   ai   Re   Magi   e   di   conseguenza   a   tutti   noi.    Adoriamolo   come   fanno   loro   e   a   voi   auguro   di   passare   una   buona   giornata   assieme   anche    a   chi   stanotte   ha   girato   al   freddo   per   portare   una   bella   calza   da   lasciare   sotto   l’albero.   Il   mio   sorriso   per   tutti   voi.   La   vostra   Isabella


Visualizza immagine di origine

it.paperblog.com

 

La   Befana

è   una   vecchietta

che   quando   viaggia

nella   notte   scura

giammai   ha   paura.

Le   piace   la   notte

anche   se   gira

con   le   scarpe   rotte.

Ha   molto   sangue   freddo

difficilmente   si   emoziona

e   sempre   va   in   giro

come   una   stracciona.

Viaggia   sempre

con   un   sacco,

e   come   tutte   le   vecchiette

ha   qualche   acciacco.

Vorrebbe   ai   bimbi   buoni

dar   solo   caramelle,

ma   poi   ci   ripensa

e   ridendo   a   crepapelle

aggiunge   nel   sacco

anche   carbone  

poi   col   suo   bastone

riprende   a   viaggiare

nella   notte   più   scura

senza   nessuna   paura,

lasciando    la   sua   calza

piena   di   sorprese ,

anche   di   panini

con   maionese.

Così   ogni   bimbo

farà   festa

cercando   nella   cesta

quella   calza   colorata

dalla   Befana   donata.

 

Isabella  Scotti   gennaio   2019

testo  :   copyright   legge   22   ottobre   1941   n°   633

Buon    viaggio   care   amiche  !!!


E’   proprio   vero   che   la   danza   è   poesia.   E   quando   a   raccontarcela   è   il   ”   poeta  ”    Roberto   Bolle,   tutto   si   trasforma,   tutto   diventa   magia.

 

Ieri   sera   è   stato   così.   Finalmente   sulla   Rai   un   programma  da   ricordare.

 

Una   serata –  evento   di   cui   l’artista   oltre   ad   essere   protagonista   è   stato   anche   autore   e   direttore   artistico.      Con   l’ aiuto   di   Michael   Cotten ,   per   la   messa   in   scena,   uno   dei   fondatori   della   rock  band    americana   The   Tubes,  e   non   solo,   uomo   dei   grandi   eventi   live   americani,   dal   Super   Bowl   alle   cerimonie   olimpiche,   Bolle   porta   col   suo   ”  Danza   con   me  ”   una   ventata   di   gioiosa   bellezza,  dove   la   danza   è   la   protagonista   in   uno   spettacolo   che   sa   immergerla   in  una   contemporaneità   data   dall’  azione   combinata   con   le   più   moderne   tecnologie   visual ,  tali   da   renderla   viva   come   non   mai.   Tra   duetti   con   ospiti    anche  improbabili,   come   un   Fabio   De   Luigi   ad   esempio,   simpaticissimo   o   un   Cesare   Cremonini,   per   me   sbalorditivo,   che   balla   con   lui    un   medley   tra  ”   Singing   in   The   Rain   ‘‘  ,   ”   Chorus   line  ”,   e   altri   famosi   musical  ,    Bolle    ci   regala   performance   indimenticabili,  come   quella   ad   esempio   con   la   Ferri    in   un   passo   a   due   inedito   dell’  inglese   Christopher   Wheeldon     o   ancor   più    quella   danza   sensuale   meravigliosa   con   l’ irlandese   Melissa   Hamilton    in   ”  Qualia  ”   di   Wayne   McGregor.   Senza   parlare   del   balletto   con   Nicoletta   Manni ,   prima   ballerina   della   Scala,  sulla   canzone   ”  Poetica  ”   di   Cremonini.   E   poi   cento   altri   duetti   con   Accorsi,  i   ” Tre   moschettieri  ”,   Papaleo,   Mastrandrea,   Favino,   Rubini  ,   e   tanti,   tanti   altri.

Chicca   stupenda   :    ”  Opus   100  ”  coreografia   sull’  amicizia   creata   da   John   Neumeier,   amico   del   grande   Maurice   Bejart,   a   lui  regalata   per   il   suo   settantesimo   compleanno.   Danzata   su   musiche   di   Simon  &   Garfunkel   col   Principal   dell’  Amburg   Ballet   Alexander   Riabko .   Uno   spettacolo   nello   spettacolo.

 

Grazie   Roberto,   con   te   ho   sognato,   con   te   ho   volato.

Visualizza immagine di origine

optimaitalia.com

 

-

Rai   Uno  –     Bolle   e   Cremonini   nella   loro   performance

 

La   danza,   un’ altra   dimensione

 

 Danza   ancora.

Vola   pure   leggera

come   una   farfalla.

Non   c’è

più   limite

che   ti   costringa.

Abbandonati,

ondeggia   nell’  aria.

Vibra   il   tuo   corpo

e   la   musica

è   ormai   

essenza   dell’  anima.

Sei   fiore

di   eterea   bellezza

mentre   sorridi,

libera,

senza   più   gravità.

Sembri   avere   ormai

ali   invisibili.

Guarda,

sei   vicina   al  cielo…

ora   nessuno

può    più   raggiungerti.

 

Isabella   Scotti   gennaio   2019

testo  :   copyright   legge   22   ottobre   1941   n°   633

Dedicata   a   mia   figlia   Chiara

 

 

 

.


 

 

 

 

 

 

Cari   amici ,  ricordate   quando   l’anno   scorso   vi   parlai   di   un   concorso    poetico ,  al   quale   avevo   partecipato ,  finendo   poi   in   antologia   con   la   poesia   dedicata   a   mio   padre   e   con   degli   haiku  ?   Anche   quest’anno   ho   voluto   partecipare   e   di   nuovo,   con   mia   somma   sorpresa,   sono   di   nuovo   in   Antologia.    Ecco   qui   gli   attestati   poggiati   tra   i   rami   dell’albero   di   Natale   e   questa   l’ antologia

LA COULEUR D'UN POEME 2018

Unica   pecca   in   tutta   questa   davvero   bellissima   sorpresa,   il   fatto   che   pur   figurando   in   antologia,   alla   pagina   dove   avrebbero   dovuto   essere   presenti   gli   haiku,   questi   ahimè   non   ci   sono.   Una   svista   che   vi   confido,   mi   è   dispiaciuta.   Ma   tant’è.   Per   ora   ecco   per   voi   la   poesia   scelta  e   messa   in   antologia.

Com’è   grigio

il   tempo

che   passa.

Scivola   via,

istante   dopo   istante.

Vola   lontano,

come   le   foglie,

che   il   vento

stacca   dai   rami.

Talvolta    vorremmo

trattenerlo,

fermarlo,

magari   anche   solo

per   un   secondo,

come   fa

una   foglia,

delicata   carezza,

quando

si   ferma   improvvisa,

là   su   quel   ramo   spoglio,

per   riposare   forse,

chissà.

Per   poi

riprendere

il   suo   viaggio,

e   andare   lontano,

a   morire.

 

Isabella  Scotti   febbraio   2018

testo  :   copyright   legge   22   ottobre   1941   n°   633

Grazie   a   Zivago42

 

Per   gli   haiku   farò   un   altro   post.   Grazie   a    tutti   coloro   che   ho   visto   sono   passati   a   lasciarmi   gli   auguri.   Risponderò   a   tutti   con   sincero   affetto,   non   dubitate.    Per   ora   auguri   di   buon   fine   anno   e   buon   inizio  La   vostra   Isabella   (   meglio   farli   prima   se per   caso   non   potessi   farli   lo   stesso   giorno   di   fine   2018,   vi   pare  ?   )