Visualizza immagine di origine

C’è una sorta

di velata malinconia

che aleggia

nell’ aria

in autunno.

E’ quell’ osservare

le foglie

dalle calde tinte

ambrate,

staccarsi

dai rami

e andare

lontano,

spinte

da un vento

leggero,

a morire.

E quella nebbia ,

che umida

si avvicina

a folate,

circondando

le case

e strisciando

sui vetri

lasciando impronta

di minuscole goccioline.

E’ la sera

che arriva

fredda,

che spegne

i rossi tramonti.

E tu

vorresti

ancora il tepore

dell’ estate.

Ma l’ autunno

è anche

altra cosa.

E’ un abbaglio

di colori,

una miscela

di sfumature,

di profumi.

Un transito

che dall’ estate

conduce all’ inverno

aspettando poi

primavera.

Isabella Scotti novembre 2021

testo : copyright legge 22 aprile 1941 n° 633

Carissimi amici senza far nulla da parte mia, aspettando con pazienza, sperando nella buona sorte ( così è stato ), wordpress ha improvvisamente fatto rivivere il mio blog . Con gioia torno qui abbracciandovi tutti e regalandovi questo scritto sull’ autunno.