Amici carissimi eccomi qui. Ditemi che anche se poco mi sentite, per vari impegni che mi rubano tempo da dedicarvi, non vi siete dimenticati di me. io vi penso sempre e voi dovete fare altrettanto.

Oggi come titolo al mio post, ho scelto quello del mio unico libro pubblicato, ” Miscellanea ”, perchè ho in mente di regalarvi insieme più cose: qualche poesia che sempre ingentilisce il cuore, qualche limerick composizione simpatica per ridere un pò. Pronti ? Iniziamo allora questo viaggio , vi porterò con me sperando vi piaccia ” viaggiare ”…

DI TE , DI ME

Si scioglie nel pianto

quel dolce ricordo sbiadito.

Di te, di me

di quella sera

in cui

accanto al camino

mi facevo

piccola piccola

stretta

al tuo petto.

Fuori pioveva,

stavamo bene

al caldo

del nostro amore.

Ora

che sola,

sono rimasta ,

torna spesso

alla memoria

questo dolce ricordo

sbiadito

dal tempo.

Vorrei tanto

poter rivedere

il tuo volto,

accarezzarlo

come allora.

Ma vano

è ormai

ogni mio desiderio.

Com’è amara ,

talvolta ,

la vita.

Isabella Scotti ottobre 2021

testo : legge copyright 22 aprile 1941 n° 633

COME VORREI

Undici parole da cui partire :

Volo , anima, melenso, ordine, ineluttabile, incantevole, candido, sapore, dissonanza, tempo, attesa

…Che   la   mia   anima

spiccasse

il   volo.

Che   la   finisse

d’  essere   malinconica.

Che   non   avvertisse

l’ ineluttabile

passare

del   tempo,

che   vivesse

l’ attesa

del   nuovo   sorgere

del   giorno,

come   qualcosa

d’ incantevole.

Che   non   avvertisse

dissonanza

tra

il   lasciare

la   notte

e  accogliere

l’  alba.

Ma   comprendesse

come   tutto

appartiene

all’ ordine

delle   cose,

come   un   lento

fluire   normale,

pacato.

Non   c’è   nulla

di   più   melenso

che   non   partecipare

alla   vita.

Vorrei   

che   la   mia   anima

tornasse

a   respirare,

un   candido,

limpido   respiro ,

e   godesse

di   quel   sapore

intenso,

dato

dal   vivere

la   bellezza

che   c’è

d’ intorno.

Isabella   Scotti   agosto   2021

testo  :   copyright   legge   22   aprile   1941   n°   633

COME PLANCTON

Visualizza immagine di origine

Sono oggi

come plancton

che fluttua ,

seguendo

il lento moto

delle onde.

E

nell’ acqua

voglio gettare

le ultime briciole

di un amore

che credevo

indistruttibile

e che era

invece

solo

un’ invenzione

della mia mente.

Ho pensato

tante volte

che le tue mani

avrebbero

tenute strette

le mie

per sempre.

Mi sbagliavo.

E mai

avrei pensato

che la luce

folgorante

del sole,

si potesse

affievolire ,

e che ombre

la potessero

offuscare.

Ora è così buio.

Quando mi facevo

bella,

e volevo sedurti,

scegliendo

tra i vari profumi

quello alla vaniglia,

era semplicemente

per invitarti

a far l’ amore.

Rispondevi

al mio invito

con un sì,

dimenticando

in quei momenti,

la tua ipocondria.

Mi stringevi,

cercavi

le mie labbra,

tenere

le tue carezze.

Conoscevo

le tue fragilità,

volevo

insegnarti

la resilienza,

che tu affrontassi

le tue paure.

Volevo

solo aiutarti

amandoti.

Forse questo

è stato

il mio errore .

Essere troppo

invasiva.

Non ti ho chiesto

scusa

quando dovevo,

perdonami.

Ora che tutto

è perso,

so

che come

scheggia impazzita

dovrò cercare

di ricompormi.

Nel frattempo,

userò

l’ inchiostro

per riempire

fogli bianchi

raccontando

di noi,

perchè nulla ,

nel tempo ,

svapori ,

del nostro

essere stati

insieme

Isabella Scotti settembre 2021

testo : copyright legge 22 aprile 1941 n° 633

LIMERICK I

MEZZALUNA BIRBANTELLA

Risultato immagine per luna e stella

Quella sera lassù la mezzaluna birbantella

s’ era messa a far la corte ad una stella

ma la stella ahimè guardava altrove

innamorata era di Giove

povera mezzaluna un poco birbantella

Isabella Scotti settembre 2021

testo : copyright legge 22 aprile 1941 n° 633

LIMERICK 2

Visualizza immagine di origine

C’ era una volta un gattone

che si rotolava come uno scimmione

facendo capriole come un bambino

che tiene in mano il suo panino

Che tipo quel gattone sornione e giocherellone

Isabella Scotti settembre 2021

testo : copyright legge 22 aprile 1941 n° 633

LIMERICK 3

Visualizza immagine di origine

Virginia la contadina

se ne andava una mattina

cercando una pecora in cantina

affittando poi la casa a Carolina.

Era certo un pò fuori di testa la contadina

Isabella Scotti ottobre 2021

testo : copyright legge 22 aprile 1941 n° 633

LIMERICK 4

Visualizza immagine di origine

C’era un verde albero gigante

che sotto il sole metteva l’ abbronzante

aveva un occhio birichino

che faceva sempre l’ occhiolino

quel simpatico verde albero gigante

Isabella Scotti ottobre 2021

testo : copyright legge 22 aprile 1941 n° 633

QUESTA E’ INVECE PIU ‘ CHE UN LIMERICK ( RICORDATE ? CINQUE VERSI IN RIMA SEGUENDO LO SCHEMA AABBA ) UNA BREVE FILASTROCCA SEMPRE AVENDO COME TEMA L’ ALBERO GIGANTE

Visualizza immagine di origine

C’ era un verde albero gigante

che usava sempre come deodorante

un puzzolente disinfettante,

poverino così si credeva affascinante

quel vanitoso verde albero gigante

Isabella Scotti ottobre 2021

testo : copyright legge 22 aprile 1941 n° 633

ALLA PROSSIMA AMICI. La vostra Isabella