Gigi Proietti, Globe Theatre, 2011 (LaPresse)

© Fornito da Rai News Gigi Proietti, Globe Theatre, 2011 (LaPresse)

 

”  Dalla   crisi   non   si   esce   con   l’ odio,    con   la   rabbia  :   quelle   sono   solo   le   conseguenze.

La   soluzione,   invece,   è   l’  amore,   e   il   far   tornare   di   moda   le   persone   per   bene.  ”

Gigi   Proietti

 

Il   2   dicembre   sarà   un   mese   che   ci   hai   lasciato.  Come   ci   manchi.   Manca   la   tua   voce,   la   tua   verve,   la   tua   simpatia.

Manchi   tu ,   che   eri   davvero   una   persona   per   bene.   Un   uomo   gioioso,   innamorato   del   proprio   lavoro,   capace   di   donarci   per   cinquant’ anni   un   sorriso   che   mai   dimenticheremo.   Il   tuo   buonumore   contagioso,   toglieva   dai   nostri   cuori   la   pesantezza   che   a   volte   la   vita   ci   regala.   Ti   ascoltavamo   e   ti   guardavamo   con   gioia, a   teatro,   il   tuo   mondo,   in   televisione.  Ci   hai   accompagnato   come   un   papà   che   vuole   regalare   ai   suoi   figli   momenti   da   ricordare.   E   noi   ricorderemo,   non   temere   Gigi.   Sarai   sempre   nei   nostri   cuori.

Ti   ricorderemo   così,  mentre  declami   ”  La   pioggia   nel   pineto  ”

 

 

o   a   Piazza   di   Spagna   con   Renato   Zero  per   i   suoi   60   anni   

 

 

 

Eri   un   grande,   certo,   ma   umile,   come   lo   è   in   fondo   anche   Renato.   Che   dire,   insieme   state   bene   davvero.   Un   duetto   questo   dove   affiora   tutta   la   vostra   romanità.   Grazie   per   questo   dono.

 

E   qui ,  quando   sempre   Renato   gli   rese   omaggio   nella   trasmissione  ”  Cavalli   di   battaglia”

E    qui   troppo   simpatico

 

Un   mio   personale   ricordo,    cari   amici,   per   un   artista   che   ho   nel   cuore.

Ciao   Gigi

 

Isabella   Scotti   novembre   2020

testo  :   copyright   legge   22   aprile   1941   n°   633