Cari   amici   oggi   vi   voglio   fare   un   regalo.   Si   tratta   di   un   video   che   a   sua   volta   è   stato   un   regalo   fatto   a   me,   dalla   cara   amica   Marzia   che   molti   di   voi   conoscono,   e   il   cui   sito   è   questo  :   marzia.wordpress.com

Un   video   costruito   su   di   un   mio   piccolo   racconto   che   spero   gradirete   leggere   e  ” guardare ”. Ringrazio   con   tutto   il   cuore   Marzia   per   questo   cadeau   bellissimo.   Le   mando   un   grande   abbraccio   ed   un   sorriso.

Auguro   a   tutti   voi   di   passare   una   splendida   giornata.    A   presto

 

 

Ci   fu   un  tempo   in   cui   la   notte    pensò   a   quanto   sarebbe   stata   diversa   con   la   luna   accanto.   Non   avrebbe   fatto   più   paura,   il   buio   sarebbe   stato   illuminato   dal   suo   lieve   pallore  ,  sia   piena   che   mezza   non   avrebbe   fatto   differenza.   Anzi   il   suo   brillare   nel   cielo   infinito   tutte   le   sere,    avrebbe   resa   la   notte   romantica,   giusta   per   tutti   gli   innamorati.   La   notte,   piena   d’amore ,   decise   così   di   farsi   avanti   e   dichiararsi.   La   luna   l’ ascoltò   a   lungo   parlare,  e   fu   talmente   presa   da   quel   buio,   che   subito   decise   per   un   sì.   S’  incontrarono   tutte   le   sere   la   notte   e   la   luna.   E    quando   decisero   che   avrebbero   dovuto   unirsi   per   sempre,   la   luna   scelse   il   suo   abito   da   sposa,   splendente   di   stelle  .   Fu   un   matrimonio   perfetto.   Da   allora,   si   perpetua   un   incontro   d’amore   che   sa   di  mistero.   Ogni   volta   che   la   notte   avvolge   in   un   tenero   abbraccio   la   luna,   lei   felice   e   radiosa,   brilla   nel   cielo   infinito,   irradiando   di    bianca   luce   la   terra,   e   facendo   compagnia   a   tutti   gli   amanti,   regala   loro   atmosfere   di   dolce   languore.

 

Isabella  Scotti   agosto   2019

testo  :   copyright   legge   22   aprile   1941   n°   633