Buona   domenica,   cari   amici.   Sapete,   ho   in   mano   una   tazzina   di   buon   caffè   e   mi   è   venuta   in   mente   l’idea   di   ascoltare   un   po’   di   musica   d’altri   tempi.   Penso   mi   potrete   perdonare   se   la  propongo   anche   a   voi.     Ho   scelto,   tra   i   tanti   cantanti   dei   tempi   che   furono,  Wilma   De   Angelis     che   oltre   ad   essermi   molto   simpatica   ha   una   voce   limpida  ,    fresca   anche   oggi   alla   sua   bella   età (   è  del   1930 )   .   L’ho   rivista   giorni  fa   ospite   dalla   Caterina   Balivo,   sempre   gioviale   e   uguale   a   come   me   la   ricordavo .  Joe   Sentieri , un   ragazzone   simpatico   che   piaceva   anche   a   mio   padre,     di   cui   ho   ricordi   piacevoli   di   quando   piccola     sul   lettone   di   casa,   con   i   miei   genitori,   ascoltavamo   alla   radio   il   festival,   e   dulcis   in   fundo   la   grande   Nilla   Pizzi,   di   cui   lascerò   sentire   solo   la   sua   voce  cantare.

 

Ci   sono   persone   che   invecchiano   restando   giovani.    Della   De   Angelis   vi   propongo   tre   sue   canzoni.   Con   la   prima   debuttò   al   Festival   di   Sanremo   del   1959 .   Con   la   seconda   nel   1960   arrivò,  in   coppia   con   Joe   Sentieri,    terza.   L’  ultima   che   vi   faccio   ascoltare,  famosissima,   la  ricantò   alla   trasmissione   di   Paolo   Limiti   ”   Ci   vediamo   in   tv  ”.   Grande   personaggio   Limiti,   a   cui   tanto   deve   la   canzone   italiana.   Quella   trasmissione   la   vedevo   tutti   i   pomeriggi.   Tra   aneddoti   e   ospiti   vari,   ci   sapeva   condurre   per   mano   attraverso   la   musica   e   il   cinema.   Mi   manca   tanto   quel   suo   modo   garbato   di   fare   televisione.    Paroliere,   autore   televisivo,   produttore,   esperto   di   cinema   hollywoodiano   degli   anni   venti   e   trenta   era   un   piacere   sentirlo   raccontare   la   vita   e  gli   aneddoti   di   attori   del   calibro   di   Esther   Williams,   di   Joan   Crawford  e   Marylin   Monroe.   Oggi   non   ci   sono   certo   in   tv   persone   del   suo   calibro.   Se   qualcuno   mi   venisse   a   dire   :   ”   ma   come   non   c’è   forse   Fazio  ?  ”   gli   riderei,   scusatemi,   subito   in   faccia.   Comunque   lasciamo   perdere.    Di   Nilla   Pizzi   inutile   dire   che   è   stata   la   ”   regina”   della   musica   italiana.   Di   lei   ho   scelto   non   la   solita   ”   Vola   colomba”,   state   tranquilli,   ma   qualcosa   nemmeno   in   italiano,   bensì   in   spagnolo.   Ospite   da   Limiti,   ricordo   che   ne   apprezzai   tantissimo   la   bravura   proprio   affrontando   testi   in   spagnolo   dove   secondo   me   affiorano   bene   le   sue   doti   vocali.  Ecco   a   voi,    quindi,   la   mia   scelta   musicale   di   questa   domenica.   Quando   si   tratta   di  buona   musica   e   belle   voci   non   si   bada   al   tempo   che   è   passato ,  e   riascoltare   brani,   un   po’   dimenticati,   può   essere   piacevole.   Quindi   buon   ascolto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dimenticavo   di   dirvi   che  sparisco  per  un   po’.   Mi   rifarò   viva   al   mio   ritorno,   se   Dio   vorrà.   Vi   abbraccio   tutti   e   mi   raccomando,   passate   una   serena   Pasqua   di   Resurrezione.   La   vostra   Isabella

Annunci