Julen,

hai   chiuso

per   sempre

i   tuoi   occhi

troppo   presto.

Piccolo   fiore

senza   tempo

per   sbocciare.

Manine

che   mai   più

verranno   strette.

Sorrisi   spontanei

e   gridolini   gioiosi

   mai   più

verranno   offerti

a   mamma   e   papà.

Ora   resta   un

vuoto   incolmabile.

Un   senso   d’angoscia

schiaccia   il   petto,

uno   strazio   atroce,

senza   fine

tormenta

il   cuore.

 

Isabella   Scotti   gennaio   2019

testo  :   copyright   legge   22   aprile   1941   n°   633

 

Annunci