“Fai di me un prato. Con tanta luce.
E poi aggiungici un cielo, come vuoi tu.
E’ lì che io ti aspetterò”

Fabrizio   Caramagna

Visualizza immagine di origine

pixnio.com

Illuminami
con   la  tua   luce
d’amore.
Sarò
l’ unico   fiore
splendente
tra   mille   altri
fiori   anonimi
sparsi   un   po’   ovunque
in   un   immenso
prato   verde.
Là   ti   aspetterò,
e
se   vorrai,
potrai   cogliermi
e    rubare
al   mondo,
regalandomi
un   pezzo   di   cielo
limpido,
totalmente   azzurro
scevro   di   nubi.

Isabella  Scotti   gennaio   2019

testo  :   copyright   legge   22   aprile   1941   n°   633