Oggi è morto un altro malato di sla. Aveva partecipato con altri malati ad uno sciopero della fame ,( vero) , affinchè i malati di questa brutta malattia, che non toglie le capacità intellettive annientando però  tutto il resto,   possano essere curati a casa e seguiti amorevolmente. Ma non è riuscito a superare lo stress patito e se n’è andato. Avevamo un amico malato di sla. Si chiamava Mimmo ed aveva un sogno: che sarebbe riuscito a vivere perchè secondo lui  si sarebbe trovato qualcosa per fermare il progredire della malattia. Anche lui non c’è più. Voglio salutare tutti e due e  sperare  che le cose migliorino anche per i familiari che vivono o hanno vissuto , come nel caso della nostra amica Fede, moglie di Mimmo, un dolore inaccettabile.

Annunci